Gioia Albano

Blog

#artistsupportpledge

Aggiunto il 14 mag 2020

Nell'ambito dell'assistenza reciproca tra artisti durante il confinamento, Artmajeur ha lanciato l'iniziativa #artistsupportpledge. Ho messo in vendita opere ad un prezzo speciale di 200 euro.
Queste opere riacquisteranno il loro prezzo originale questa domenica 17 maggio
Gioia


Indian thoughts (290)

Lilith and the elephant (450)

Inspiration comes from everywhere (450)

My place in the world (430)

Between two worlds (280)

Moonwalk (250)


5ebc71827b7a6_newsletter-collage.jpg

Continua a leggere

Pensieri (poesia?) ai tempi del coronavirus #3

Aggiunto il 23 apr 2020

Ce n'é per chi questo periodo rappresenta un'accelerazione di un processo già iniziato

Ce n'é per chi é un gran momento di scoperta e di rivelazione

Ce n'é che possono finalmente fuggire

Ce n'é che resistono con tutte le loro forze al cambiamento
Ce n'é che soffrono di claustrofobia

Ce n'é che in qualche momento hanno veramente bisogno di essere soli

Ce n'é che prevedono scenari catastrofici per il dopo

Ce n'é che hanno paura

Ce ne sono che si sforzano di restare nell'osservazione
Ce n'é che navigheranno a vista bene o male

Ce n'é che si rimboccheranno le maniche prima di aggiustarsi ai nuovi eventi

Ce n'é che si lamenteranno presi dal panico

Ce ne sono che hanno fretta di mettere la parola "fine" ma la dissolvenza esiste solo al cinema

Non sarà come prima e non sarà come adesso
Ce ne sono che abbracceranno il mondo sembre di più con il loro sguardo E stabiliranno relazioni e connessioni

Non penseranno a prima e dopo

Anche loro avranno momenti bui e di sconfortoIn qualche momento saranno bistrattati dai venti e dalla pioggia 

Ma poi come le ninfee, che affondano le loro radici nella terra fangosa ritroveranno il loro centro

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

5ea212b4084d2_thumbnail-img-20200423-003013-559.jpg

Continua a leggere

L'arte e il tempo (all'epoca del coronavirus) #2

Aggiunto il 25 mar 2020

Uno degli aspetti su cui mi trovo a lavorare più di prima, perfino scoprire, è il rapporto con il tempo.

Il tempo non ha più lo stesso significato. I giorni sembrano allungarsi e, a volte, sono anche più densi ma non per gli stessi motivi.

Prima era fare il massimo delle cose per un massimo di obiettivi. 

Ora é fare la scuola a casa a mia figlia mettendoci il tempo che ci vuuole (se possibile senza strangolarla o perdere la pazienza)

Prima era "a prossima cosa da fare". Ora si tratta di mantenere il focus su quello che è davvero importante per noi.

Prima era "il prossimo compito", ora si osserva. Anche per non farsi prendere dal panico.

Prima era "domani vado a fare la spesa". Ora è: "è meglio andarci in quel giorno in quel momento perché ....".
È anche diventato: ci vado e faro' come potro' (scaffali vuoti, la coda, ecc.).

Prima era che dovevo finire questo quadro. Ora è: accadrà quando sarà il momento. Ma ci lavoro tutto il tempo e ne sono cosciente.

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

Tulipani 2012, Tulipani 20205e7be7595ccb1_collage-2012-2020.jpg

Continua a leggere

Arte ai tempi del coronavirus "Adattamento" n. 1

Aggiunto il 23 mar 2020

L'artista che sono adesso: mi sto adattando.
Perché la vita di ogni giorno cambia. Ho un contratto temporaneo in un negozio di alimentari e tre bambini a casa.

Mi adeguo perché sento questi movimenti di energia e cerco di rimanere centrata, di non essere sopraffatta dalla paura, dalla preoccupazione o dal panico.

Mi adeguo perché no, non ho ancora avuto il tempo di rinchiudermi per diverse ore nel mio studio e continuare uno dei tanti quadri che sono in corso da un po 'di tempo.

Mi adeguo perché in questo momento in cui il mondo sembra trattenere il respiro è importante rallentare e guardare il sole e la terra, gli animali intorno a noi che sono felici di essere lì con noi più a lungo di prima.

Mi adeguo perché il mondo deve cambiare, e questa è forse solo la prima onda.

Mi adatto perché un artista non può forzare o fingere .

Le immagini arriveranno e il tempo per realizzarle sarà diverso.
Mi adatto perché il mio percorso è sempre lì e anche il tuo.

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

5e7947632ffca_img-20200323-191539.jpg

Continua a leggere

Il riciclaggio nei mondi sottili

Aggiunto il 12 mar 2020

Non possiamo ignorare ciò che sta accadendo al momento (sindrome di coronavirus con tutto il suo inizio di "conseguenze" ....).

La vivo un po' in maniera doppia: ho la mia identità italiana e quella acquisita francese perché vivo qui da quasi quindici anni ecc.

Osservo il panico latente/crescente, i supermercati che si svuotano, la troppa informazione, l'informazione sbagliata, le persone che si fanno prendere dal panico e quelle che se ne fregano in maniera più o meno stronza, ecc. Ecc. Ecc.

Diverse riflessioni quindi.

Per iniziare: riciclare per me significa anche trasmutare, trasformare. Si parla naturalmente di trasformare e riutilizzare i materiali, ma è valido anche per le azioni, i pensieri e altro ancora.

In un momento come questo, quando tutta l'umanità in un modo o nell'altro si trova di fronte a qualcosa di relativamente "nuovo", ci si chiede di attivare la trasformazione (cosciente o no)

Da chi é chiesto, veramente? Da noi stessi verso di noi e dall'universo. Che sono la stessa cosa.

Per alcuni è un lavoro già iniziato, altri ancora non lo sanno e poi c'è chi resisterà. Per alcuni, l'intuizione di nuovi orizzonti è già tradotta in realtà: nuovi modi di relazionarsi con gli altri, di lavorare, di abitudini, di scoprire e manipolare o affrontare le paure.

Inventa, trasforma, guarda l'opportunità che si presenta.

Lo vivo come un momento in cui è bene conoscersi un po 'e sapere dove si vuole andare pur sapendo che saremo travolti da un movimento più ampio di cui facciamo parte.

La parola chiave era già nella mia vita, soprattutto negli ultimi mesi: trasformare / trasmutare.

Adesso pero so che riguarda tutti i piani, anche quelli invisibili e che il movimento é molto più grande.

Ed é solo l'inizio.

5e6a48e3650ae_img-20200301-155801233.jpg

Continua a leggere

Donna Oceano (progetto "Donne che abitano la madre")

Aggiunto il 1 mar 2020

Vi presento qui la "Donna Oceano" che fa parte del progetto libro / carta "Donne che vivono nella madre".

Ogni immagine in questo progetto rappresenta una parte o un aspetto del viaggio della donna attraverso la gravidanza, il parto e il divenire madre.

Anche la donna dell'oceano mi confronta con la profondità. 

Tutta quella parte che chiamiamo inconscia e che in generale conosciamo molto poco. Mi ricorda anche che si tratta di un vasto mondo. 

Spesso il subconscio è l'enorme iceberg sommerso dall'acqua, di cui vediamo solo la punta finale.
Mi ricorda che meritadi essere scoperta e che può essere una magnifica fonte di ricchezza.

Non ignoratela.

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

5e5af289aaf18_gioia-albano-donna-oceano.jpg

Continua a leggere

Donna lago (progetto "Donne che abitano la madre")

Aggiunto il 2 feb 2020

Vi presento qui la "Donna del lago" che fa parte del progetto libro / carta "Donne che vivono nella madre".


Ogni immagine in questo progetto rappresenta una parte o un aspetto del viaggio della donna attraverso la gravidanza, il parto e il divenire madre.


La donna del lago mi confronta ai profondori , questi aspetti spesso nascosti o trascurati. Spesso giudichiamo ed è anche per questo che abbiamo difficoltà a vederli e ancora di più ad accettarli. Eppure ci sono e fanno parte di noi.


Sono quelli che più spesso ci guidano o, per dirla meglio, ci conducono senza saperlo se persistiamo nel non vederli.


È il lavoro di una vita conoscersi, vedere il nostro lato oscuro. Oscuro, insisto, non significa male.


Ciò che accade nelle profondità cambia la trasparenza dell'acqua nel nostro lago. Accettare non significa che non c'è nulla che possiamo fare, al contrario apre le porte alla trasformazione che è la mia parola d'ordine.
Ti invito a guardare quindi e non avere paura.

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

5e375000c9f05_artmajeur-woman-lake-donna-lago-inspired-art-gioia-albano-2018.jpg

Continua a leggere

Donna albero (progetto "Donne che abitano la madre")

Aggiunto il 20 gen 2020

Vi presento qui la "Donna albero" che é parte del progetto libro/carte "Donne che abitano la madre".

Ogni immagine di questo progetto rappresenta una parte o un aspetto del viaggio della donna che passa attraverso la gravidanza, il dare nascita e il viaggio dell'essere madre.

Ma comincio a pensare che ogni immagine porti in sé una storia ancora più grande.

Erano giorni che mi lambiccavo il cervello cercando di capire come presentarvi la "Donna albero". 

E siccome nulla é a caso immagino che l'intuizione o l'idea giusta, chiamatela come volete, sia arrivata quando sono stata pronta ad accoglierla.

La donna albero rappresenta la continuità cielo terra, luce e ombra ancora una volta ma nella verticalità. 

Lo spirito e la materia, il futuro e il presente.

Rappresenta l'incontro delle polarità che sono presenti in ciascuno di noi, a volte in maniera assai violenta. La coscienza aiuta a domare le polarità perché esse sono presenti sempre nelle nostra forma umana che ci piaccia o no.

Amore e odio, luce e ombra, bene e male e altro ancora.

E' importante per me dire che parlare di polarità non implica nessun giudizio su l'una o l'altra. Salvo rare eccezioni tutto quello che vediamo e che ci porta a giudicare in un senso o nell'altro (Bello/brutto, buono/cattivo ecc) per quanto mi riguarda é folklore.

Non dico di esserne immune, anzi, ma é bene esserne coscienti.

Credo che parte del percorso di ciascuno di noi sia trovare il nostro centro e punto di equilibrio. Il lavoro di tutta una vita secondo me perché niente é fisso e tutto si muove. 

Puo essere che ci siano delle similitudini certo, ma ciascuno é solo nella sua propria missione. In questo non c'é niente di male se non portare il lutto, per cosi dire, del folklore stesso. 

Molte persone attraversano la terra assolutamente ignari e senza coscienza di tutto cio.La donna albero per me rappresenta il passaggio di questo flusso che é la vita, attraverso le redici e la materia per tornare allo spirito, al tutto, all'universo.

E' un insegnamento questo che che ritroviamo ancora e ancora.

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

5e262a64a5f4f_woman-tree-between-earth-and-sky-soul-art-gioia-albano-2018.jpg



Continua a leggere

Lancio della nuova galleria per il progetto "Donne che abitano la madre"

Aggiunto il 21 dic 2019

Da tempo sto lavorando a questo progetto di carte con una scrittrice italiana Nicoletta Banzi, la quale ha scritto storie dedicate al viaggio della madre durante la gravidanza, il parto e dopo la nascita.
Racconta di archetipi femminili che ispirano e possono sostenere questi passaggi importanti e un'intera esistenza.
Ho avuto l'onore di creare le immagini per questo progetto.
Le carte sono già disponibili in italiano e saranno tradotte in inglese e francese (per il momento su richiesta)
La galleria sarà pubblicata prossimamente

"

DONNE CHE ABITANO LA MADRE

Dentro ogni donna vivono dee che la accompagnano, si risvegliano in particolari momenti della sua vita e in altri riposano quiete.

I cambiamenti ormonali e l'immersione nell'emotività che la donna sperimenta durante la gravidanza, parto e puerperio animano creature antiche e potenti dentro di lei.

"

Gioia

Per far parte dei miei contatti privati : clicca qui

5dfd715028527_img-20190912-wa0001.jpg

Continua a leggere

Recyclage, tout un art

Aggiunto il 14 dic 2019

De fil en aiguille va le recyclage. 

recyclage-blog.jpg

Dans ma tête ça fuse dans tous les sens, plusieurs points se relient. Cette fois l'occasion c’était le tri dans la chambre de ma fille la plus petite (8 ans, c'est elle qui décide son trie, par contre c'est moi qui lance la balle quand je vois que ça déborde, bref...)

Je la vois vider entre autre une bonne boite de rangement remplie de Barbies etc.

"T'es sure?" je demande

"Oui, oui"

"Sure sure???"

Ma pensée va à : 1) combien de temps j'ai mis,  il y a peut-être 2/3 ans, pour trouver telle bagnole de Barbie, 2) combien ma mère a dépensé, 3) mon père artiste lui aussi qui récupère entre autre des morceau ou des parties de poupées/Barbies.....

Rangement/trie/recyclage. Très classique : on emmène chez ma copine Isa que depuis des années récupère et dispatche à différents associations, chez les gitans, et je ne sais pas où encore.

Nous sommes cinq avec trois enfants qui grandissent, nous sommes relativement critiques mais pas immunisée complètement à la société de consommation, désolée! 

Alors on donne, c'est un premier pas. Oh combien des fois je vois des jouets pourrir (et vêtements, et autres encores) à coté des poubelles dans les alentours ? 

Comme quoi il y a toujours quelque chose à apprendre et à faire.Ranger, trier recycler c'est aussi dans sa tête. Une fois je ne sais plus où j'avais lu que la façon que nous avons de ranger/stocker c'est le reflet de ce que nous avons dans la tête. 

Je pense que c'est vrai au moins en partie, en tout cas moi ça correspond (et ma fille aussi ! ).

Je cumule, je range un peu, je fais plein de projets. 

En suite le temps, mon évolution, la vie, l'age.... font aussi leur travail.

Alors les projets se trient, certains pensées aussi, mon experience et mes vibrations augmentent. 

La vague de la vie fait que un tel projet n'a plus de sens pour moi ou pas suffisamment. 

Les priorités changent. Telle pile de materiel , tel livre peut-être, tel jouet vont mieux servir à d'autres.

Allez-hop on trie, on donne, on recycle éventuellement.

On fait du vide pour autre chose. On crée de l’espace. Et on fait de l'art of course. 

Si tu es une artiste et que tu pratique entre autre le recyclage tu peux rejoindre notre groupe fb ici ----> Recyclage d'artiste

Gioia

Vous étés les bienvenus : à rejoindre ma liste de contact privés  

recyclage-blog-2.jpg

Continua a leggere
Realizzato da Artmajeur